visitare romaVisitare Roma: Piazza di Spagna –  In uno dei film più famosi di tutti i tempi, Vacanze romane, c’è una scena in cui i due protagonisti, interpretati da Gregory Peck e Audrey Hepburn , si gustano un gelato sulla magnifica Scalinata di Trinità dei Monti (meglio conosciuta come Piazza di Spagna). Quella scalinata, che conduce alla chiesa di Trinità dei Monti, si trova in uno dei luoghi più famosi della Città Eterna: Piazza di Spagna, ed è composta da 136 gradini. Papa Benedetto XIII volle che gli architetti Alessandro Specchi e Francesco De Sanctis la progettassero per il Giubileo del 1725. 

Il suo nome deriva da Palazzo di Spagna , sede dell’Ambasciata di Spagna presso la Santa Sede.

Al centro della piazza si può ammirare una famosa ed importante fontana: la Fontana della Barcaccia. La “Barcaccia”, il nome con cui è conosciuta dalla maggior parte dei romani, risale al periodo barocco ed è stata scolpita da due importanti artisti dell’epoca: Pietro da Cortona e il suo celebre figlio, Gian Lorenzo Bernini.

Ogni 8 dicembre, Piazza di Spagna ospita un evento speciale: l’omaggio floreale alla statua dell’Immacolata Concezione, davanti all’ambasciata iberica. Questa statua fu inaugurata l’8 dicembre 1857.

Per visitare Piazza di Spagna puoi affidarti al nostro servizio di NCC Roma

Dal 1923 l’omaggio floreale acrobatico alla statua è stato realizzato dal corpo dei vigili del fuoco. Dal 1958 questo evento ha assunto anche un significato religioso, visto che Papa Giovanni XXIII ha assistito per la prima volta alla cerimonia.

Da allora la presenza del Santo Padre è diventata una tradizione, fedelmente mantenuta da tutti i papi. Al giorno d’oggi questo evento rimane una delle cerimonie religiose più popolari della Città Eterna.

 

visitare roma

Foro Romano – La democrazia era una delle basi della vita quotidiana nell’antica Roma. Il termine “repubblica” (dal latino “res publica” che letteralmente significa “cosa pubblica”, “materia pubblica”) è stato coniato in quel periodo a Roma ed è stato usato per riferirsi allo stato romano come una proprietà di tutti.

La democrazia aveva un posto simbolico a Roma : il Foro Romano. Questa zona, racchiusa tra il colle Palatino, il Campidoglio, via dei Fori Imperiali e il Colosseo, era il fulcro delle attività politiche, giuridiche, religiose, economiche e sociali dei cittadini romani.

Tra il X e il VII secolo a.C. l’area del Foro fu adibita a necropoli. Poco dopo la fondazione di Roma, risalente al 753 a.C., vi si svolse un’importante battaglia tra Romani e Sabini (nota alla storia come la Battaglia del Lago di Curzio).

Dopo il suo periodo più fiorente, il periodo imperiale, l’area del Foro aveva progressivamente perso la sua funzione pubblica e, dopo il periodo dell’antica Roma, l’area fu utilizzata in modi diversi. Nel XVI secolo, ad esempio, il Foro Romano era adibito a pascolo per il bestiame ed era conosciuto come   “Campo Vaccino”.

Per visitare il Foro Romano puoi affidarti al nostro servizio di NCC Roma

Nel Foro Romano possiamo ancora ammirare i resti dei più importanti monumenti dell’Antica Roma. Palazzo Senatorio, il Tempio di Vesta, l’Arco di Settimio Severo, il palazzo della Curia Iulia (antica sede del Senato). Per questo la zona è considerata uno dei siti archeologici più importanti al mondo.

Oggi la gestione, tutela e valorizzazione del patrimonio del Foro Romano è affidata all’ente pubblico italiano della SSBAR (Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma).

 

visitare roma

Trastevere – Non tutti sanno che Roma non è solo divisa in quartieri, ma anche in “Rioni”; il primo livello di suddivisione toponomastica dell’area del centro storico. I “rioni” sono 22 e il più grande è il tredicesimo: Trastevere.

Il suo nome deriva dal latino “trans Tiberim” (traduzione di “oltre il Tevere”) poiché è uno dei pochi posti nella parte occidentale del fiume principale di Roma. Fin dall’antichità la sua posizione ne ha fatto una delle zone strategiche della città.

Poco dopo il 753 a.C., data di fondazione della Città Eterna, Trastevere fu contesa tra la città di Roma e alcune popolazioni limitrofe come gli Etruschi di Veio, in quanto punto strategico per il controllo del fiume, dell’isola Tiberina e dell’antico porto fluviale .

L’area iniziò ad essere considerata come una vera e propria parte della città durante il regno di Augusto, ma fu la costruzione delle Mura Aureliane, datata III secolo d.C., che di fatto portò Trastevere sotto il controllo amministrativo di Roma.

Nel Settecento, grazie a Papa Benedetto XIV ,   Trastevere acquisì gli attuali confini.

Per visitare Trastevere puoi affidarti al nostro servizio di NCC Roma

Molte sono le curiosità e gli aneddoti legati a Trastevere. Grazie al parziale isolamento dal resto della città e dall’ambiente multiculturale, gli abitanti di Trastevere, detti “Trasteverini”, sono diventati quasi una popolazione a sé stante: gente comune nota per tenacia, orgoglio e genuinità.

Molte importanti personalità di Roma vissero o nacquero lì. Uno dei più celebri è l’attore Alberto Sordi, conosciuto in tutto il mondo per capolavori come “Un americano a Roma” o “Il marchese di Grillo”. Due importanti e famose piazze sono dedicate ai poeti Giuseppe Gioacchino Bellino e “IL Trilussa”, che in molte delle loro opere descrissero e onorarono Trastevere, le sue strade e la sua gente.

 

visitare roma

Basilica di San Pietro – Roma è una città che alcuni conoscono solo per i resti dell’Impero Romano. I romani, in epoca antica, fecero diventare un piccolo borgo costruito sulle rive del Tevere uno dei centri abitati più grandi e famosi di tutti i tempi. La Città Eterna, però, è famosa anche per essere il centro della cristianità: qui, infatti, giace il capo della chiesa cattolica, il Papa, e ci sono 4 delle 6 chiese papali più importanti del mondo.

Tra questi il ​​più noto è sicuramente San Pietro, per le sue dimensioni e perché adiacente si trova il Palazzo Apostolico (l’attuale residenza del Papa). Questa basilica, in realtà, non fa parte dello stato italiano: si trova infatti nel piccolo stato della Città del Vaticano.

Qui si svolgono le più importanti celebrazioni cristiane (Natale e Pasqua, la proclamazione di nuovi papi o la canonizzazione di nuovi santi della chiesa cristiana cattolica). Nel tempo questa Basilica ha preso il soprannome romano di “Cupolone”, per le sue enormi dimensioni.

Per visitare la Basilica di San Pietro puoi affidarti al nostro servizio di NCC Roma

Oltre alla Basilica, che conserva importanti opere artistiche come la “Pietà” di Michelangelo, è importante visitare anche Piazza San Pietro che la circonda. Questa piazza, e il suo colonnato, furono costruiti dall’architetto Gian Lorenzo Bernini a metà del XVII secolo, sotto il pontificato di Alessandro VII.

La costruzione della   Basilica di San Pietro iniziò il 18 aprile 1506 sotto papa Giulio III e terminò nel 1626 con Urbano VIII.

Sullo stesso sito, prima dell’attuale Basilica, ne sorse un’altra costruita nel IV secolo dall’imperatore romano Costantino I sull’area del Circo di Nerone.

Proprio lì, in una necropoli ormai perduta, secondo la tradizione, fu sepolto San Pietro, il primo degli apostoli di Gesù, crocifisso intorno alla metà del I secolo d.C.

Oggi San Pietro, insieme a San Paolo, a cui è dedicata un’altra importante basilica, è considerato uno dei Patroni della città di Roma. Entrambi vengono ricordati il ​​29 giugno, festa patronale di Roma.

 

visitare roma

Colosseo – Uno dei monumenti archeologici più famosi al mondo è sicuramente il Colosseo di Roma. Questo anfiteatro, che nel 1980 è stato inserito nell’elenco dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO, è considerato una delle “nuove sette meraviglie del mondo” secondo la New Oper World Corporation.

Il suo nome originario era “Anfiteatro Flavio”, in onore degli imperatori della dinastia Flavia che ne ordinarono la costruzione. La prima pietra, per l’esattezza, fu posta nel 72 dC, durante il regno di Vespasiano, nella parte orientale dei Fori Imperiali; la sua inaugurazione avvenne invece nell’80 d.C., quando era al potere l’imperatore Tito.

Per visitare il Colosseo puoi affidarti al nostro servizio di NCC Roma

L’edificio ha una forma ovale con un perimetro di 527 me un’altezza di 48 m. Il nome “Colosseo” si diffuse in epoca medievale e probabilmente deriva dalla colossale statua bronzea di Nerone che un tempo sorgeva nei pressi dell’anfiteatro.

Inizialmente il Colosseo era un luogo di svago: vi si svolgevano giochi di gladiatori, gare di bighe e altri eventi pubblici. Questa funzione andò perduta durante il VI secolo d.C. Da allora, il Colosseo ha  ospitato varie attività e ha avuto diverse funzioni.

Il Colosseo è considerato un vero e proprio organo vitale della città di Roma. La leggenda narra che un monaco inglese dell’VIII secolo, chiamato Beda il Venerabile, disse: “Finché esisterà il Colosseo , esisterà anche Roma; quando cadrà il Colosseo, cadrà anche Roma; quando cadrà Roma, cadrà anche il mondo ”.

 

visitare roma

Pantheon Roma – Il Pantheon è un antico edificio situato nel cuore della Città Eterna, esattamente nel quartiere Capitolino “Pigna”. Nonostante la sua posizione centrale, è una delle strutture meno conosciute dell’antica Roma.

La prima costruzione risale al 27 a.C., voluta da Marco Vispanio Agrippa, genero del primo imperatore romano Augusto. Tra il 120 e il 124 d.C.,   dopo essere stata distrutta da diversi incendi, subì una serie di restauri da parte dell’imperatore Adriano.

La sua è cambiata nel tempo: all’inizio era utilizzato come tempio dedicato a tutte le divinità passate, presenti e future (l’etimologia del nome deriva dall’aggettivo greco antico “τό πάνθειον”). Dal VII secolo d.C. il Pantheon fu trasformato in basilica cristiana e, da allora, è stato ribattezzato Santa Maria della Rotonda o Santa Maria ad Martyres.

Per visitare il Pantheon puoi affidarti al nostro servizio di NCC Roma

Come esempio ben conservato di architettura monumentale romana, il Pantheon è stato spesso preso a modello da molti architetti europei e americani. Numerose chiese, sale civiche, università e biblioteche provenienti da varie parti del mondo, infatti, riecheggiano la sua struttura con portico e cupola: alcuni esempi possono essere la Basilica di San Francesco a Paola di Napoli o la Low Memorial Library della Columbia University a Washington DC

Nel corso dei secoli il Pantheon assunse progressivamente una destinazione sempre più pagana. Ospita le tombe dei primi due re italiani: Vittorio Emanuele II e suo figlio Umberto I, e di alcuni importanti pittori italiani; Raffaello Sanzio, per esempio.

Oggi questa antica basilica è proprietà dello Stato italiano, gestita dal MIBAC (Ministero per i Beni e le Attività Culturali).

 

visitare roma

Piazza Navona – Roma è una città così famosa per tanti motivi: dai resti di monumenti antichi, risalenti all’Impero Romano, ai ciottoli (sampietrini), e molto altro ancora; sono tante le cose che rendono uniche le strade della Città Eterna.

La capitale italiana è nota anche per le sue numerose   e magnifiche piazze, situate nel centro storico, ma anche in periferia.

Piazza Navona è tra le più belle e importanti e la più amata dai romani. Ecco alcune delle fontane più importanti della città: ad esempio “i Quattro Fiumi” e il Moro e il Nettuno.

La prima costruzione di quella che poi divenne Piazza Navona , risale all’antica Roma. Nell’85 d.C., l’imperatore Domiziano vi costruì il suo stadio. La struttura era di dimensioni imponenti: 276 metri di lunghezza e 106 di larghezza e poteva ospitare fino a 30.000 spettatori.

Per visitare Piazza Navona puoi affidarti al nostro servizio di NCC Roma

Piazza Navona ha progressivamente perso nei secoli la sua funzione ricreativa; molte delle sue decorazioni furono portate via e riutilizzate in vari modi.

Una nuova vita fu data al luogo a metà del XVII secolo quando papa Innocenzo X, membro dell’antica famiglia nobile romana “Pamphili”, decise di ristrutturarlo. Nella piazza infatti possiamo ammirare l’antica residenza ufficiale della nobile famiglia romana: Palazzo Pamphili. Oggi l’edificio ospita l’ambasciata brasiliana in Italia ed è proprietà dello Stato sudamericano.

Piazza Navona è anche uno dei migliori esempi di barocco a Roma. Nella piazza infatti si possono trovare alcune opere dei più importanti artisti dell’epoca, come Gian Lorenzo Bernini , Francesco Borromini e Pietro da Cortona.

 

visitare roma

Fontana di Trevi – La “Dolce Vita” di Fellini è uno dei film più apprezzati di tutti i tempi. La sua scena più famosa è sicuramente quella che vede l’attrice svedese Anita Ekberg fare un bagno nella Fontana di Trevi a Roma .

La Fontana di Trevi è una delle 2000 fontane che adornano numerose strade e piazze della Città Eterna. Gli antichi romani, infatti, riuscirono a costruire una ingegnosa rete idrica per la loro città, comprendente numerosi acquedotti e terme, che ancora oggi si possono ammirare.

Nello specifico, la Fontana di Trevi fu progettata nel 1731 dall’architetto Nicola Salvi e commissionata da Papa Clementino XIII. La sua costruzione iniziò nel 1732, sotto la supervisione dello stesso Salvi, e terminò nel 1762 con l’architetto Giuseppe Pannini.

Il “Fontanone”, il soprannome datogli dai romani, si trova accanto a Palazzo Poli ed è stato costruito con travertino, marmo, intonaco, stucco e metalli. La sua storia è strettamente legata all’acquedotto dell’Acqua Vergine, una delle falde acquifere più importanti della Roma imperiale, costruito al tempo dell’Imperatore Augusto, che portava le risorse idriche nella zona centrale di Campo Marzio.

Per visitare Fontana di Trevi puoi affidarti al nostro servizio di NCC Roma

Il tema centrale della fontana è il mare. L’acqua sgorga da più punti e nella nicchia centrale possiamo ammirare la statua raffigurante il dio Oceano: la divinità di tutte le acque secondo gli antichi greci.

Molte sono le tradizioni legate alla Fontana di Trevi, poiché è uno dei simboli più conosciuti della città di Roma. Ad esempio, c’è una lunga tradizione sul lancio di monete nella Fontana di Trevi. La leggenda originale dice che se lanci una moneta nel Trevi – con le spalle alla fontana, gettando la moneta con la mano destra sopra la spalla sinistra, tenendo gli occhi chiusi – questo ti assicurerà un ritorno a Roma.

Comments are closed